Ernia della parete addominale

Ernia inguinale, ombelicale, laparocele.

l'esperto risponde  l  domande frequenti sull'ernia   l  cosa fare per  l'ernia  chirurgia quando  l  contatti

 l'esperto risponde

 

 guida A-Z

 

   - cos'è l'ernia

   - anatomia dell'ernia

   - cosa fare per l'ernia?

   - perchè viene l'ernia?

   - passa da sola?

   - tipi di intervento

 

 chirurgia quando

 

 domande frequenti sull'ernia

 

 indicazioni per i pazienti post intervento

 

sezione per i professionisti

 

 epidemiologia

 diagnosi

 tecniche chirurgiche

 casi clinici

 pubblicazioni

 congressi

 medline

 credits

Un elenco di domande a cui potete dare la risposta
 

  1. Se il gonfiore scompare quando mi distendo devo essere operato comunque?

  2. Se devo essere operato per ernia inguinale, quando posso tornare al lavoro?

  3. Per l’ernia inguinale in gravidanza è necessario il taglio cesareo?

  4. Ernia femorale, inguinale e crurale sono la stessa cosa?

  5. Una mancanza di sensibilità nella zona inguinale operata per ernia è normale?

  6. Dolore post operatorio da recidiva?

  7. L’Ernia inguinale può essere trattata senza chirurgia?

  8. Le sclerosanti possono trattare l’ernia senza intervento chirurgico?

  9. Esiste solo l’intervento chirurgico per trattare l’ernia inguinale?

  10. La cisti di Nuck è un’ernia ?

  11. L’ernia inguinale è dovuta alla rottura di qualche cosa?

  12. Se mettono una rete, bisogna toglierla prima o poi?

  13. Il dolore all’inguine o al testicolo è un segno di ernia?

  14. Anche la donna può avere l’ernia inguinale?

Un grazie per la preziosa collaborazione, è dovuto al  Prof. dott. Paolo Bocchi, specialista in Chirurgia Generale e Toracica, della Parete Addominale Ernia Center Italia Parma, Hospital Piccole Figlie, Parma.

Se il gonfiore scompare quando mi distendo devo essere operato comunque?

  "Una volta diagnosticata un'ernia inguinale, che si manifesta il più delle volte come un gonfiore all'inguine e  che scompare una volta che la persona è distesa, la terapia definitiva è solo la chirurgica. Si tratta infatti di un intervento chirurgico messo in atto per riparare il difetto della parete addominale che permette la fuoriuscita di un'ansa intestinale (il gonfiore). "

Torna all'inizio

Se devo essere operato per ernia inguinale, quando posso tornare al lavoro?

"La terapia è chirurgica e normalmente si può eseguire l'intervento con l'anestesia locale. Il ricovero è di qualche ora e, normalmente si può riprendere una vita normale dal giorno successivo all'intervento."

Torna all'inizio

Per l’ernia inguinale in gravidanza è necessario il taglio cesareo?

"Normalmente non vi è indicazione al taglio cesareo. L’ernia può insorgere in gravidanza o essere preesistente. Se è preesistente normalmente scompare entro il sesto mese. Se invece compare durante la gravidanza, dopo il quinto mese, si tratta generalmente di vene congeste che scompaiono dopo il parto."

Torna all'inizio

Ernia femorale, inguinale e crurale sono la stessa cosa?

"L’ernia inguinale si manifesta sopra il legamento inguinale mentre l’ernia femorale o crurale si manifesta sotto il legamento inguinale cioè più in periferia verso la radice della coscia. La differenza fondamentale è che l’ernia femorale o crurale è più soggetta a strozzamento e va operata al suo apparire."

Torna all'inizio

Una mancanza di sensibilità nella zona inguinale operata per ernia è normale?

"Dopo un’operazione nella zona inguinale è possibile che la regione operata rimanga  meno sensibile. Normalmente la manifestazione scompare entro qualche mese."

Torna all'inizio

Dolore post operatorio da recidiva?

"Le cause di dolore post operatorio sono numerose e tra queste vi è anche la recidiva. Nella eventualità che l'ernia si sia riformata è normalmente necessario reintervenire. La percentuale di recidive, oggi, si colloca tra lo 0,5 ed il 3%."

Torna all'inizio

L’Ernia inguinale può essere trattata senza chirurgia?

"L'ernia inguinale è la più classica tra le operazioni chirurgiche e ha avuto in Bassini, un grande Chirurgo italiano, un Maestro che ha ideato la più importante tecnica. E' dunque una affezione che solo il chirurgo può trattare."

Torna all'inizio

Le sclerosanti possono trattare l’ernia senza intervento chirurgico?  

"Come dice la parola stessa le sclerosanti consistono in iniezioni a livello del sacco erniario che hanno lo scopo di formare una adesione dello stesso al fine di impedire la fuoriuscita dei visceri dalla cavità addominale. Non sono raccomandate dalla comunità scientifica internazionale a causa della inefficacia e pericolosità. "

Torna all'inizio

Esiste solo l’intervento chirurgico per trattare l’ernia inguinale?

"Se si vuole guarire definitivamente ci si deve sottoporre all'intervento chirurgico ma questa affezione, normalmente garantisce tutto il tempo di programmare l'intervento con calma. Il paziente tuttavia può anche decidere di non essere operato accettando i fastidi dell'affezione e la evenienza di un progressivo aumento dell'ernia. Vi è il rischio di strozzamento che tuttavia non avviene obbligatoriamente. Le tecniche  chirurgiche sono numerose e la loro applicazione può dipendere da caso a caso. Dopo l'intervento il paziente deve essere in condizioni di benessere e in grado di svolgere una vita completamente normale."

Torna all'inizio

La cisti di Nuck è un’ernia ?  

"La cisti di Nuck non è un' ernia anche se si può presentare come una tumefazione nella regione inguinale della donna. Si tratta della persistenza di una parte di peritoneo che è presente nella vita fetale ma che scompare verso il settimo mese della vita intrauterina. Se il peritoneo, nella regione inguinale, persiste totalmente si avrà un'ernia congenita se residua solo in parte si avrà una cisti di Nuck. Il trattamento consiste generalmente nell’aspirazione ma, se recidiva, l’intervento chirurgico è risolutivo. Un'ecografia è necessaria per la diagnosi. "

Torna all'inizio

L’ernia inguinale è dovuta alla rottura di qualche cosa?

"Le cause di un' ernia inguinale sono ancora oggetto di studio, ma si può affermare che vi sia una predisposizione fin dalla nascita. Nella donna è meno frequente che nell'uomo, da 1 a 5 a 1 a 10 a seconda delle casistiche. Il difetto della parete addominale attraverso il quale esce l'ernia non è una rottura ma piuttosto una debolezza congenita per cui non vi è possibilità di guarigione spontanea.Lo scopo di un intervento per ernia inguinale è di restituire il paziente ad una funzione assolutamente normale e garantire lo svolgimento di ogni attività. Un breve periodo di convalescenza dopo l’intervento dipende dalla attività che il soggetto deve intraprendere."

Torna all'inizio

Se mettono una rete, bisogna toglierla prima o poi?  

"Le reti impiegate oggi per la riparazione sono di materiale sintetico e permangono nell'organismo indefinitivamente. Non vanno asportate. "

Torna all'inizio

Il dolore all’inguine o al testicolo è un segno di ernia?  

"Tra le varie cause di dolore inguinale, specie con risentimento testicolare vi è un'incipiente ernia inguinale che al momento non si riesce ad evidenziare perchè troppo piccola. Il meccanismo del dolore risiede nel fatto che l'ernia inizia a farsi strada attraverso una zona ricca di innervazione e che questi piccoli nervi vengono compressi specie in seguito a sforzi. Non vi è indicazione chirurgica in questi casi.

Il più delle volte quando l'ernia si fa un po' più evidente il dolore cessa completamente. Al momento può essere necessario solo un po' di riposo, qualche antiinfiammatorio ed è utile una mutandina elastica per sportivi in caso di sforzi. Non è una cosa grave e non deve far cambiare le abitudini di vita. Se si evidenzierà dopo la visita specialistica un'ernia si potrà tranquillamente operare con il tempo di una programmazione. Senza nessun rischio per la vita futura e le attività del soggetto. "

Torna all'inizio

Anche la donna può avere l’ernia inguinale?

"L'ernia  inguinale nella donna non è rara, ma solo meno frequente che nell'uomo che ne soffre da 7 a 10 volte di più. Gli interventi sono poco invasivi come nell'uomo e solitamente in anestesia locale. Le moderne tecniche permettono di avere un basso indice di recidive. E' stato evidenziato che numerose gravidanze facilitano l'insorgenza dell'ernia inguinale. L'intervento è indicato nella totalità dei casi soprattutto se si tratta di donne con possibilità di ulteriori gravidanze."

Torna all'inizio

 

 

 

Guarda una immagine di particolari casi di ernia inguinale

 

Guarda il video di intervento chirurgico dell'operazione di Rives (solo pubblico adulto)

 

 

 

 

 

A cura del Prof. Paolo Bocchi

Specialista in Chirurgia Generale, Specialista in Chirurgia Toracica,

Chirurgia della Parete Addominale

Presidente Capitolo Italiano European

Society of  Hernia and Abdominal Surgery

Professore a contratto Scuola di Specializzazione in 

Chirurgia Università degli Studi di Parma

 

 

 

Per la sezione relativa all'ernia discale e della colonna cliccate qui

 

 

 

 

 

a cura del Prof. Dott. Paolo Bocchi  Specialista in Chirurgia Generale, Specialista in Chirurgia Toracica, Chirurgia della Parete Addominale,

Presidente Capitolo Italiano European Society of Hernia and Abdominal Surgery

Professore a contratto Scuola di Specializzazione in Chirurgia Università degli Studi di Parma

Email paolobocchi@ernia.it Ernia Center Italia - Parma tel 0521.234730 Hospital Piccole Figlie Via Pò 1, 43100 Parma tel 0521 917701